blog

Archivio dell'autore

Triplo oro per Cantine Lupo!

In Concorsi, Convegni, Degustazioni, Eventi, Territorio, Vini on 5 giugno 2013 at 6:43 pm

selezione_1

Più o meno un anno fa, in questo periodo, avevo scritto un post dedicato alle tre medaglie (una d’oro e due d’argento) con le quali i nostri vini erano stati premiati.

Anche quest’anno Cantine Lupo ha vinto tre medaglie! Tre medaglie d’oro per i nostri tre rossi: Primolupo (88,50), Syranto (87,60) e Perseide (87).

Il referente del concorso “la Selezione del Sindaco 2013” ha lodato il lavoro pregevole e degno di merito di tutti noi.

Come sempre vorremmo condividere questo grande successo con tutte le persone che lavorano con Cantine. Stamattina ho dato la bella notizia al nostro enologo, sempre più soddisfatto del lavoro che porta avanti con entusiasmo.

La riflessione che quest’anno sento di dover fare rispetto al lavoro che abbiamo iniziato cinque anni fa è sull’umiltà e l’onestà che ci hanno permesso di raggiungere questi traguardi. Due requisiti fondamentali per ottenere i risultati migliori e i più giusti, nel lavoro come nella vita.

A volte ripenso al nostro primo Vinitaly, quattro anni fa, con il nostro unico Primolupo 2008. Ripenso alle aspettative e all’entusiasmo che ci ha portato ad avere ormai ben 7 vini, pluripremiati e apprezzati dal pubblico.

E domani condivideremo questo successo con gli amici e gli affezionati di Cantine Lupo e Bancovino, nella serata di Vinoforum Around  dedicata a Cantine Lupo.

Vi aspettiamo!

Francesca Romana Castellani Lupo

Una giornata in campagna

In Nessuna on 30 maggio 2013 at 11:27 am

Image

Le belle parole di un’ammiratrice di questo blog e di Bancovino mi hanno dato la giusta carica per scrivere un nuovo post. Sapere di essere una fonte di ispirazione per un’altra persona e riuscire a trasmettere tutta la passione che metto nel mio blog, in Bancovino e in tutto ciò che fa parte di questo mondo culinario insieme a Cantine Lupo mi hanno ispirato questo post dedicato ad un’attività che amo molto: la campagna e l’orto.

Nonostante il bruttissimo tempo e la pioggia che in questi giorni imperversa su Roma, ieri mi sono ritagliata mezza giornata per andare a Campoverde. È quasi estate, la vigna è un’esplosione di verde e di germogli e l’orto comincia a far vedere i suoi frutti.

Accolta come sempre dai cani festosi, dal nostro infaticabile e gentile Ivano e da un’energica Cris, abbiamo fatto un bel giro nella vigna e nell’orto. Presto avremo tanta insalata, melanzane, zucchine, fagiolini, pomodori e cetrioli, insieme a tutto quello che invece cresce spontaneamente: il rosmarino, i carciofi e le fave. Tutto quasi pronto per la cucina di Bancovino e per il palato dei nostri tanti clienti e affezionati.

I prodotti dell’orto di Campoverde sono sempre stati la base della mia cucina di casa e ora anche di Bancovino. La gioia di poter raccogliere direttamente dalla terra e poi vedere quella meraviglia nel piatto è immensa e per me è sempre stato un gran piacere rallegrare Anto, la mia famiglia e i miei amici e ospiti con tali delizie.

Io e Adrian, il nostro chef, studieremo sicuramente dei piatti per gli amici “veg” (Giulia, se mi stai leggendo, ho pensato a te!) con la garanzia che quei prodotti sono veramente il meglio che la terra rossa di Campoverde può offrire.

Un salto anche in Cantina per controllare botti e fusti e per un immancabile assaggio di passito, che presto sarà il protagonista di un nuovo gelato al passito appunto, dedicato a Cantine Lupo e a Kefi, il vino dolce tanto atteso e a breve sul mercato.

Il mio legame con Kefi è veramente speciale, l’ho chiesto espressamente al nostro enologo e l’ho seguito a partire dalla scelta del nome fino alla raccolta delle uve appassite in vigna e all’imbottigliamento. Un vino speciale che avrà un posto speciale a Bancovino e nei nostri piatti.

Una manciata di gelsi dolci e freschi raccolti direttamente dall’albero e via di nuovo sulla strada per casa.

Francesca Romana Castellani Lupo

Image

Vinitaly 2013 – la nostra ultima giornata

In Convegni, Degustazioni, Eventi on 10 aprile 2013 at 6:21 pm

imagesStamattina, armata di pc e giornali ho tentato di fare un bilancio finale di questo Vinitaly. Da una lettura di ieri sullo “Speciale Vinitaly” pubblicato dall’Espresso e dai vari articoli dell’Arena, abbiamo capito che questa 47a edizione è andata molto bene. Si è registrato un 10% in più di presenze e pare che questa sia stata una delle migliori edizioni della storia.

I produttori italiani puntano molto sull’esportazione all’estero, con Cina e Brasile in testa, per compensare il calo dei consumi interni di vino. Ogni paese ha uno specifico approccio culturale nei confronti del vino. La reazione della Cina ad esempio è lenta perché i vini-icona sono soprattutto francesi, presenti da oltre vent’anni, mentre le nostre etichette, in questo senso, devono ancora accreditarsi. Diverso il caso della Russia dove il consumatore di vini italiani appartiene ad un target medio-alto e cosmopolita, abituato a viaggiare spesso in Italia. Per i russi, le nostre etichette rappresentano uno status symbol legato al lifestyle italiano. In Brasile, l’interesse per il vino cresce lentamente  ma con costanza. A bere vino è la nicchia dei più abbienti ma anche la nuova classe media, sempre più informata e preparata. L’india è un mercato che si è appena aperto al vino, con un target dei consumatori in espansione, ma ancora di nicchia soprattutto a causa di sistema elevatissimo di tassazione.

L’Espresso, nel suo interessante “speciale” focalizza anche l’attenzione sulla crescita di interesse per i vini locali, i vitigni autoctoni e le piccole realtà concentrare più che altro sul recupero e sulla qualità. Questo ci fa soltanto piacere poiché Cantine Lupo è una piccola realtà che punta alla qualità e di questo, fortunatamente, ne abbiamo avuto riscontro in questi giornate.

I vini e gli oli della provincia di Latina sono stati i protagonisti dell’edizione 2013 del Vinitaly, nell’ambito dei numerosi premi assegnati alla Regione Lazio. Ben 12 su 18 premi assegnati ai vini laziali, sono aziende della provincia di Latina, tra i quali il nostro “Syranto” 2010.

A fine giornata un’interessante chiacchierata con Marco Carpineti, produttore di vini biologici, nella zona di Cori, con il quale ci siamo trovati d’accordo nell’affermare che soltanto con uno sforzo congiunto e con un lavoro costante, serio e preciso da parte di tutti noi produttori, il Lazio potrà riscattarsi da vecchie idee preconcette e mostrare le proprie vere potenzialità.

Francesca Romana Castellani Lupo

Vinitaly 2013

In Convegni, Degustazioni, Eventi, Viaggi, Vini on 7 aprile 2013 at 11:36 pm

imageCi siamo! Eccoci a Verona per il nostro 4° Vinitaly.

Cantine Lupo, come ogni anno nel padiglione del Lazio, si prepara a questi quattro giorni di degustazioni, contatti, nuove scoperte e un ulteriore arricchimento. La produzione aumenta e siamo presenti con i nostri Primolupo (sempre amatissimo e in pole position), Terra Marique, Syranto, Rosa Merlot e un assaggio (sorpresa!) del “Perseide”, un blend di petit verdot e tannat con un affinamento di 20 mesi, a breve sul mercato.

Dal nostro primo Vinitaly, ci rendiamo conto che Cantine Lupo è cresciuta molto, è una cantina apprezzata e ricercata che produce vini eleganti e di qualità.

La nostra prima giornata, ormai conclusa, è stata molto proficua, ricca e interessante.

Qui nel Lazio ci si diverte anche molto. Non mancano mai nel nostro stand personaggi peculiari e caratteristici, il clima è rilassato e abbiamo notato che anche i nomi dei vini colpiscono molto.

Dal Primolupo, nostro primo vino, al Syranto, per finire con il Terra Marique dal latino “per terra e per mare”, le due caratteristiche geoclimatiche che rendono il nostro Vermentino profumato, aromatico e fruttato.

Perseide, ultimo arrivato, ispirato durante una vacanza estiva in toscana, ad agosto, nella notte in cui cadevano le stelle e le perseidi erano ben visibili.

In questo contesto il vino sembra assumere ancora di più la magia e l’incanto che già normalmente ne caratterizzano la creazione.

Queste le nostre prime impressioni… ai prossimi giorni per aggiornamenti “più tecnici” dal Vinitaly.

Francesca Romana Castellani Lupo

Cantine Lupo da Eataly Roma

In Degustazioni, Enogastronomia, Eventi, Nessuna on 25 gennaio 2013 at 8:44 pm

EATALY-

Siamo emozionati: domani faremo il nostro “debutto ufficiale” da Eataly Roma!

In realtà i nostri Primolupo e Syranto sono già in vendita nell’Enoteca di Eataly già da un mese circa, a valle del premio “Calix Aureus 2012″ che ci ha visto tra i protagonisti col nostro Primolupo 2010 (“Calice d’oro, appunto, come uno dei migliori 10 rossi del Lazio) e col nostro Syranto 2010, che ha ricevuto un Diploma di Merito.

Domani – però –  saremo lì “dal vivo” a presentare i nostri vini ed a farli degustare e siamo particolarmente felici di aprire con questo evento il 2013 di Cantine Lupo, incontrando i gourmet romani in uno scenario come quello offerto da Eataly, tempio degli “alti cibi”.

Venite a trovarci, Vi aspettiamo numerosi!

Cantine Lupo in Olanda

In Degustazioni, Eventi, Viaggi, Vini on 4 ottobre 2012 at 6:58 pm

Dopo tre giorni di degustazioni itineranti nei dintorni di Amsterdam, lo staff di Cantine Lupo rientra in Italia!

La tre giorni olandese è stata importantissima per farci prendere coscienza dei nostri punti di forza e continuare invece a lavorare sulle nostre “debolezze”. Abbiamo iniziato il nostro tour sabato con una degustazione (divertentissima) presso De Gouden Ton, enoteca storica in uno dei quartieri “alti” di Amsterdam, in Willemsparkweg.

Ho scoperto che gli olandesi sono un popolo di intenditori di vino e di grandi appassionati. La degustazione presso De Gouden Ton ci ha permesso di conoscere altri produttori italiani che esportano in Olanda: Vietti e Isola della Fiamma con la quale abbiamo allegramente condiviso la postazione il nostro ultimo giorno di degustazioni a Roelofarendsveen, a “casa” del nostro importatore : Mr Fonger Kranenburg, proprietario di “Residence Wijnen”.

Gli olandesi sono impazziti per il nostro Terra Marique. L’idea di un Vermentino del Lazio li ha positivamente sorpresi. Associano il Vermentino ad un vino (giustamente) legato ad una terra assolata e bagnata dal mare.
I nostri Primolupo e Syranto sono stati molto apprezzati e descritti come vini pieni, rotondi, dai colori intensi e dal profumo inebriante.
Per il nostro secondo giorno di degustazione ci siamo spostate ad Heemstede, ricco sobborgo di Amsterdam, nel quale siamo venute a contatto con una realtà diversa da quella della città. Persone più “agées” molto affascinate dalla campagna e dalla vita bucolica tra i vigneti. Anche qui, presso l’enoteca “Le Grand Cru”, i nostri vini sono piaciuti soprattutto per il loro profumo e per la piacevolezza che si avverte bevendoli.
L’ultimo giorno, forse il più interessante e impegnativo, si è svolto, come accennato sopra, presso il “Residence Wijnen”: il nostro importatore aveva organizzato una degustazione con ristoratori, proprietari di enoteche e persone del settore. In quel contesto abbiamo sfoggiato tutta la nostra professionalità, sfociata alla fine in grandi risate e battute… ma quanto si sono divertiti gli olandesi con me e Cristina!
Cristina è stata eccezionale. La sua verve e il suo approccio allegro nei confronti delle persone ci ha permesso di entrare in contatto e di far capitolare anche i clienti più seriosi e professionali.
E molti di loro, probabilmente dopo la primavera, verranno a trovarci e a visitare la cantina e i nostri vigneti. Hanno voluto sapere della nostra vendemmia, che sta terminando in questi giorni, dei prossimi vini che abbiamo imbottigliato e che saranno sul mercato entro Natale, dei nostri prossimi progetti di ristrutturazione e ingrandimento della cantina.
Una trasferta positiva, durante la quale io personalmente ho capito molte più cose di questo lavoro e del vino in generale.
I vini di Cantine Lupo sono apprezzati e ricercati e questo mi ha riempito di orgoglio, soprattutto perché il nostro lavoro è spesso difficile e legato a variabili naturali che non possiamo sempre controllare.
Ci auguriamo di poter ripetere presto l’esperienza olandese anche altrove.

Francesa Romana Castellani Lupo

Terra Marique 2011

In Degustazioni, Guide, Internet on 1 agosto 2012 at 11:54 am

Un’altra lusinghiera recensione di Roberto Giuliani: su Lavinium assegna le @@@@ al nostro Terra Marique 2011, così come era avvenuto per il precedente millesimo, confermando il suo apprezzamento al nostro vermentino!

Il Focarile

In Enogastronomia, Ristoranti on 17 luglio 2012 at 10:19 am

 

 

Conosciamo bene il Focarile per due motivi: innanzitutto perché è uno dei migliori ristoranti del Lazio e poi … perché è nella zona di Aprilia, quindi vicino alle nostre vigne!

Il Focarile è un bel ristorante (e questo è un po’ una sorpresa che non ti aspetti di trovare lungo la via Pontina) e si conferma, anche quest’anno, tra i migliori indirizzi regionali sia per la cucina, sia per la cantina dei vini.

Ci siamo stati qualche giorno fa per consegnare i nostri vini (avremmo potuto affidarci al nostro spedizioniere, ma … come perdere quest’occasione per concederci un po’ di buona cucina?) e, nel corso del pranzo, abbiamo avuto modo di approfondire la conoscenza dei fratelli Lunghi, titolari del ristorante.

Lo scorso dicembre l’Accademia Italiana della Cucina – ha inserito “il Focarile” tra i dieci migliori ristoranti d’Italia con l’attestato di “cucina eccellente” e ha riconosciuto al locale pontino “non solo un incremento della qualità dei cibi proposti, ma anche dei vini prodotti dalle cantine pontine”.

Questo giudizio positivo è confermato dai critici de “il Gambero Rosso” che (con 81 punti e due forchette), anche nel 2012, ribadiscono i loro “elogi ai fratelli Lunghi (Paolo in sala e Claudio in cucina) che ritengono “forti di una nuova verve che, pur dopo decenni di attività, conferma il loro bel locale ai vertici della ristorazione pontina” (interessante al riguardo il post pubblicato su Dissapore in merito alla classifica stilata dal Gambero). Il Gambero rosso, inoltre, elogia in modo particolare la carta dei vini de “il Focarile” (anzi “le loro quattro carte”) considerata tra le migliori del Lazio. E ci piace pensare che nella fornitissima cantina del ristorante da qualche giorno ci siamo anche noi!

Come promesso: Cantine Lupo al “Rendez-vous” di Sabaudia.

In Degustazioni on 24 giugno 2012 at 9:39 am

Ed eccoci qui, in questa calda domenica estiva, a raccontarvi la degustazione di venerdì sera, mentre sospiriamo al ricordo della fresca brezza marina che ci accolto al nostro arrivo a Sabaudia…

Sabaudia è una cittadina situata circa 100 km a sud di Roma, immersa nel parco nazionale del Circeo. Fu fondata nel 1934 in seguito all’opera di bonifica della palude pontina ed è  considerata uno dei migliori esempi di architettura “razionalista”.
E’ proprio in una delle sue piazze dalle linee sobrie e squadrate che Paolo ed Arianna Forzan hanno deciso di aprire il loro ristorante: “Rendez-vous”. Il locale ci è piaciuto molto, l’interno intimo e curato rivela la passione che i proprietari infondono nel loro lavoro.

Dato il caldo e la cena rigorosamente a base di pesce, i nostri vini in degustazione erano il  vermentino “Terra Marique” ed il rosato “Rosa Merlot”, particolarmente adatti ai piatti creati per l’occasione da Paolo, che ha curato personalmente gli abbinamenti (perfetto quello di  Terra Marique col risotto gamberetti ed asparagi).

Alla cena erano presenti i sommelier e gli allievi sommelier della delegazione FISAR di Sabaudia e siamo stati davvvero felici di constatare quanto abbiano apprezzato i nostri vini. Abbiamo ricevuto  molti complimenti per “Terra Marique” così come per “Rosa Merlot” ed è stato lusinghiero sentirli apprezzare in termini così entusiastici da “sommelier di lungo corso” come il Presidente della delegazione , il signor Primo Carlo Bonetti.

I vini di Cantine Lupo sono piaciuti, tanto che  – dietro gentile richiesta – abbiamo promesso agli amici sommelier di Sabaudia di ospitarli il prossimo autunno in Cantina per conoscere e degustare anche i nostri “Primolupo” e “Syranto”.

Purtroppo non abbiamo potuto offrire il nostro passito con il dolce (un “tiramisu’ al mascarpone con torrone ai pistacchi”) ed abbiamo dovuto cedere il passo ad un gradevole e fresco Moscato Florio perché il nostro “Kefi” non è ancora pronto: sta completando la sua maturazione in botte ed avremo il piacere di presentarlo anche agli amici sommelier di Sabaudia, come promesso, a fine anno.

Questa sera “Cantine Lupo” è a Sabaudia

In Degustazioni on 22 giugno 2012 at 4:21 pm

Questa sera noi di Cantine Lupo saremo ospiti al ristorante Rendez-Vous di Sabaudia. I nostri vini accompagneranno una magnifica cena di pesce della quale vi racconteremo presto i particolari.

Questa degustazione è stata organizzata in collaborazione con la delegazione FISAR di Sabaudia che, “nata” nel 1977, è  una delle più longeve e vanta una notevole e vivacissima attività, coinvolgendo soci e sommelier in molteplici eventi realizzati non solo nel comune di Sabaudia, ma in tutto l’agro pontino.

A presto per tutti i dettagli…

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 238 follower