blog

WineMuseum: entra nel vino… e nella guida!

In Guide, Viaggi on 24 ottobre 2011 at 5:59 pm

Contraddistinti dal simbolo del trifoglio (che indica gli esordienti), i vini di Cantine Lupo entrano nella prestigiosa Guida Oro I vini di Veronelli 2012, aggiudicandosi ottimi punteggi (90 Primolupo; 87 Terra Marique; 86 Rosa Merlot): una piccola soddisfazione, apparentemente, ma anche un successo per tutta la “troupe” della cantina che ha lavorato insieme in questi anni e uno stimolo al raggiungimento di risultati sempre migliori. La guida è in commercio dallo scorso giovedì, ma solo oggi è stata presentata agli operatori e alla stampa specializzata al WiMu, il museo del vino ospitato nella suggestiva cornice del castello Falletti di Barolo, in provincia di Cuneo.

La mia visita al museo, nove mesi fa, ha coinciso per caso con l’inizio del mio percorso professionale nel campo del vino: ed è da qui che “ricomincio” iniziando il mio percorso in questo blog. Il Wine Museum è stato concepito da François Confino, uno fra i più apprezzati professionisti di allestimento museale (già curatore della mostra inaugurale del Centre Pompidou negli anni ’70 e del Museo del Cinema di Torino, tanto per citarne alcuni) che servendosi della struttura su più livelli del castello dipana un percorso di visita dall’alto verso il basso, in un viaggio di scoperta sempre più approfondito, che passa da “I tempi del vino” a “Il vino nella storia e nelle arti” per concludersi nel piano interrato nel “Tempio dell’Enoturista”.

Consiglio di visitare questo museo a principianti e non, per il suo carattere al tempo stesso didascalico e suggestivo: se da un lato, infatti, accompagna i neofiti attraverso un’esperienza multisensoriale nel “mondo del vino” , per gli addetti ai lavori può rappresentare sicuramente l’occasione per una riflessione sugli aspetti centrali di questo patrimonio storico, artistico e antropologico. Uno di questi è il tempo, quello necessario per i risultati, come si legge su una delle pareti del museo:

La nascita di un grande vino è frutto di un incessante lavorio della natura, in un processo lungo e per certi versi misterioso. È, in fin dei conti, la creazione di un piccolo universo, la genesi di un essere vivente. E se sono molti gli elementi che vi concorrono – il calore del sole e l’influsso della luna, le qualità del terreno e la fatica dell’uomo – è il tempo a scandire il ciclo vegetativo della vite e portare i grappoli a maturazione, a ritmare i gesti della vendemmia e della pigiatura, a cadenzare il percorso del mosto dai tini alle bottiglie. Ed è soprattutto una questione di tempo il riposo del mosto nelle botti: è attesa paziente affinché i processi di fermentazione permettano al vino di sprigionare tutto il suo carattere.

Paola

  1. è davvero una bella soddisfazione essere entrati in Guida Veronelli. lo è ancora di più se consideriamo i voti che hanno ricevuto i nostri vini:

    90 punti per il primolupo
    87 punti per il terra marique
    86 punti per il rosa merlot

    davvero non male …

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: