blog

Posts Tagged ‘Merlot’

Mondo Merlot 2012 … ovvero noi, i concorsi e le guide

In Concorsi, Degustazioni, Eventi, Guide, Recensioni on 28 ottobre 2012 at 10:30 am

Lo scorso venerdì c’è stata la premiazione dei vincitori del Concorso Nazionale Merlot d’Italia organizzata dal comune di Aldeno.

Il nostro Primolupo 2010 si è classificato terzo nella categoria IGT annate 2011 e 2010 (in totale sono stati quindici i vini premiati nelle varie categorie).

Era il secondo anno che partecipavamo al concorso e siamo stati – ovviamente – molto soddisfatti del risultato, che condividiamo con il nostro enologo Claudio Gori ed il nostro uomo in vigna Daniele Vittorilli, e dei complimenti ricevuti dai colleghi produttori e dai coordinatori della serata, Adua Villa e Nereo Pederzolli.

La degustazione dei vini vincitori del concorso è stata una splendida esperienza. Dall’Alto Adige alla Sicilia i quindici vini hanno raccontato le diverse possibili interpretazioni di questo vitigno ed il suo adattamento a terroir e contesti così diversi E’ stato quindi molto interessante apprezzare la pulizia ed eleganza altoatesina, l’ortodossia toscana, la personalità ed il carattere siciliani e così via.

Ci ha fatto poi molto piacere essere premiati nella nostra sezione insieme ad un altro vino del Lazio, il Montiano 2010 di Falesco (due vini laziali, pardon, “del Lazio” su tre!).

La premiazione poi ci ha dato la possibilità di tornare a Trento, città bella ed austera, con una Piazza Duomo che non smetteresti mai di ammirare.

Il premio ci ha offerto lo spunto per qualche riflessione in più sul tema delle guide e dei concorsi. Quest’anno infatti, oltre al Premio di Mondo Merlot, ci ha portato molte altre soddisfazioni, ad esempio: il nostro Perseide 2010 è stato inserito tra i Grandi esordi nella Guida Veronelli; l’Espresso menziona il Terra Marique 2011 tra i migliori bianchi del Lazio.

In materia si ascoltano spesso detrattori (a vario titolo): … i concorsi non sono trasparenti, le recensioni in guida sono pilotate, ecc. ecc.

Nel nostro piccolo e nella nostra pur breve esperienza, pensiamo che certi riconoscimenti facciano benissimo ai produttori ed a tutti coloro che contribuiscono alla realizzazione di un buon vino.

Le complessità e le difficoltà insite nel mestiere del produttore di vino sono numerose e la soddisfazione che si trae dal ricevere un riconoscimento o un premio sono uno stimolo fortissimo per andare avanti e migliorarsi sempre di più. Sono quel traino fondamentale verso la ricerca della qualità che spinge molti a non accontentarsi ed a fare al meglio il proprio lavoro.

Ed in effetti, pur essendo evidente che non si produce per piacere ad un degustatore ma per convincere e sedurre il consumatore, siamo convinti che certi passaggi rappresentino un momento importante per lo sviluppo e la crescita di un’azienda che si affaccia sul mercato con i propri vini. Ciò detto, come sempre accade, ci sono manifestazioni serie ed altre che non lo sono; ma questo rientra nella normale logica delle cose.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Vinitaly 2011

In Eventi on 14 aprile 2011 at 7:51 am

Il Vinitaly 2011 è terminato. 5 giorni intensissimi di contatti, visite, scambi ed incontri.

C’è molta soddisfazione per come sono andate le cose. Il nostro vino è stato molto apprezzato e questo ci rende fiduciosi in merito al cammino intrapreso qualche anno fa.

Abbiamo imparato alcune cose al Vinitaly. La principale, forse ovvia, è che il marketing del vino è essenzialmente e prima di tutto marketing di un territorio. E’ per questo motivo che è necessaria una cooperazione strettissima tra le aziende della regione al fine di farsi conoscere e proporre un messaggio credibile al mercato ed agli operatori del vino.

In quest’ottica, siamo molto lieti di essere entrati a fare parte di due interessanti realtà volte a promuovere il vino della nostra regione: Vigne del Lazio e la Strada del vino della provincia di Latina.

Entrambe si propongono di affrontare in modo coordinato e programmato la promozione del vino del Lazio (e della provincia di Latina).

Al Vinitaly abbiamo visto molto ottimismo ed una maggiore consapevolezza delle grandi potenzialità del nostro territorio.

Con mercati complessi ed una concorrenza forte (anche di paesi emergenti) non è più tempo di azioni scomposte ed isolate: occorrono qualità e professionalità.

Imbottigliamento Vermentino e Rose’

In Vini on 3 febbraio 2011 at 9:42 pm

Siamo alle battute finali dell’imbottigliamento dei nostri prossimi vini. Stavolta abbiamo alcune sfide aggiuntive … Dopo una serie di valutazioni abbiamo infatti deciso di fare qualche cambiamento.
Nuovi vini, nuova grafica e nuove etichette.
Il nostro enologo ci ha chiamato oggi per gli ultimi aggiornamenti: e’ entusiasta per la qualità dei vini. Questo ci riempie di gioia.
E’ nuovo anche il team: abbiamo preso a bordo Paola Vitale. Preziosa risorsa e ottima fonte di confronto e collaborazione. Siamo felici di averla con noi.
E’ anche questo il bello del vino!
Buon lavoro a tutti.

Fine vendemmia 2010

In vendemmia on 24 ottobre 2010 at 10:21 am

Si è conclusa da poco la vendemmia 2010 e dopo aver trattenuto il fiato ed incrociato le dita fino alla fine possiamo dire soddisfatti che si è trattato di un’ottima annata.

Nelle ultime settimane, infatti, abbiamo avuto un clima sufficientemente secco accompagnato da una considerevole escursione termica (è stato dunque valorizzato al meglio il lavoro di preparazione e cura della vigna svolto nei mesi precedenti).

Con il nostro enologo Claudio Gori abbiamo assaggiato il passito (… sarà pronto tra due anni e potrebbe essere una piacevolissima sorpresa).

La fine della vendemmia l’abbiamo festeggiata insieme ai collaboratori, all’enologo ed al nostro agronomo (Daniele Vittorilli).

Gli amici dell’Enoteca Assunta ci hanno servito un bel po’ di cose: zuppa di funghi, formaggi, porchetta, sformato con zucca e patate … tutto buonissimo (come al solito).

Una bella giornata. Grazie a tutti!

p.s. come si vede nella foto, soltanto Dominic non è sembrato particolarmente soddisfatto …

New York

In Viaggi on 19 ottobre 2010 at 12:32 am

Sono in molti a pensare che produrre vino sia un lavoro particolare e fuori dal comune.

Nell’ “immaginario collettivo” (va bene sì, l’ho detto … non mi venivano altre espressioni) il produttore di vino è un personaggio quasi romantico che si aggira sognante tra le vigne e raccoglie sereno il frutto del proprio lavoro quasi che tutto si svolga secondo il copione di un film (Stereotipo: v. alla voce “Un’ottima annata” con Russell Crowe).

Il mondo del vino non è (quasi mai) quello.

Chi produce vino si confronta costantemente con difficoltà di vario genere (non si fa eccezione) e spesso si pone la domanda fatidica del “chi me lo ha fatto fare?”.

Bisogna però dire che in alcuni momenti questo lavoro riesce a ripagare totalmente degli sforzi fatti e delle difficoltà incontrate.

E’ successo – per esempio – nell’ultimo viaggio a New York nel quale siamo andati a trovare i nostri amici importatori di Enoclassica ed alcuni acquirenti del nostro PRIMOLUPO.

Abbiamo infatti passato serate straordinarie insieme agli “uomini sul campo” di Enoclassica (il grande Michele ed il fuoriclasse Alessandro) ed a tutti gli altri amici che siamo riusciti ad incontrare (colleghi produttori ed acquirenti).

A New Rochelle abbiamo cenato nel ristorante di Antonio e Rita Spadaro dove siamo stati sopraffatti dalla simpatia di Antonio (rigorosamente romanista) e di Rita nonché dalla bontà della loro cucina.

Ugualmente bella la serata al ristorante Barolo a Soho (398 West Broadway) dove ci è stata riservata una splendida accoglienza ed abbiamo potuto degustare gli ultimi arrivi della fornitissima cantina (da qualche parte c’era anche il nostro Merlot).

Fortunatamente, anche questo è il mondo del vino!

p.s. un caro saluto ed un ringraziamento al caro amico Lee che ho incontrato a pranzo da Teodora (ristorante molto carino tra Lexington e Third Av.). Per varie ragioni, Lee continua ad essere maestro ed ispiratore.

p.s.2. non poteva mancare una sosta in un Apple Store e da Eataly (200 Fifth Av.)

Primolupo 2009

In Vini on 4 settembre 2010 at 10:05 am

il 3 settembre 2010 abbiamo imbottigliato il nostro secondo anno di produzione del Primolupo (vendemmia 2009).

l’imbottigliamento è un momento particolare (considerazione quasi ovvia …) perché davvero rappresenta il momento di sintesi perfetta e realizzazione del processo produttivo del vino.

il vino che finisce in bottiglia  è il coronamento del lavoro di un anno iniziato con la vendemmia del 2009 (anche se in realtà occorre considerare tutto il lavoro svolto in vigna prima della raccolta delle uve).

anche quest’anno siamo molto soddisfatti del nostro Primolupo.

le caratteristiche sono quelle del 2008 anche se l’annata 2009 ci regala mezzo grado in più (13,5%).

occorreranno ancora diversi mesi di affinamento in bottiglia perché il vino sia pronto.

l’anno prossimo di questi tempi lo potremo pienamente apprezzare in tutti suoi profumi, nella sua complessità e struttura.

buon settembre a tutti.

p.s. e la settimana prossima inizia la vendemmia 2010!

Primolupo

In Vini on 15 giugno 2010 at 10:22 pm